BELGIO | Settimana della Cucina Italiana, ieri l’Ambasciatrice Basile ha ospitato un pranzo alla presenza dello Chef Circiello

In occasione della III Edizione della Settimana della Cucina Italiana, l’Ambasciatrice d’Italia in Belgio, Elena Basile, ha ospitato un pranzo in Residenza durante il quale il rinomato Chef televisivo Alessandro Circiello ha illustrato le caratteristiche della Dieta Mediterranea.

La serata ha costituito l’occasione per degustare alcuni esempi della sana Cucina Mediterranea, ampliamente riconosciuta come un modello d’alimentazione per gli effetti benefici sulla salute, quali la prevenzione dell’obesità e delle malattie cardio-vascolari. Al pranzo erano presenti numerosi esponenti della stampa e delle Autorità belghe, tra cui il Presidente della Camera Siegfried Bracke, il Ministro federale per la Mobilità François Bellot e il Governatore della Provincia di Namur Denis Mathen, nonché numerosi esponenti della società belga, del mondo economico e culturale belga, come lo scrittore David Van Reybrouck, autore del libro ‘’Congo’’, già insignito del Premio Roma in Residenza lo scorso aprile). Erano inoltre presenti i rappresentanti delle maggiori realtà economiche italiane presenti nel Paese, insieme ai partner istituzionali della Settimana della Cucina Italiana, quali ICE e la Camera di Commercio Belgo-Italiana, ed una nutrita rappresentanza di Ambasciatori appartenenti al Group Gastronomique des Ambassadeurs.

I piatti sono stati realizzati dagli Chef membri della Sezione Belgio della Federazione Italiana Cuochi (FIC), tra cui il Presidente della Sezione FIC-Belgio, Pino Nacci; Igor Rosi e Giorgio Scainelli (Ristorante Bocconi, Bruxelles); Andrea Todisco (Ristorante Orchidea, Waremme); Nicola Lufrano (Il Pastaiolo, Anversa); Giovanni Ruggeri (Ristorante Il Forno Rosso, Wijnegem); Stefano Rella (La Panzerottata, Bruxelles); Rosy Capobianco e Domenico Antonio Pecchia Ristorante (Giusto Gusto Diest).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*