CINA | Presentazione ufficiale del Centro Visti di Chonqging e inaugurazione della mostra fotografica “Discovering Italy”

Chongqing, giovedì 10 dicembre – Si è tenuta quest’oggi, presso il Reliance Center della Chongqing Liangjiang New Area, una cerimonia di presentazione dei nuovi uffici del Centro Visti di Chongqing. Co-organizzato dal Consolato Generale d’Italia a Chongqing, da VFS Global e dal Chongqing International Culture Exchange Center, l’evento ha visto la partecipazione di esponenti delle autorità, dei media e dei tour operator locali.

Presenti, in rappresentanza rispettivamente del Consolato Generale d’Italia a Chongqing e di VFS Global, il Vice Console Davide Castellani, la General Manager di VFS China Lavina Gadodia, la Sales Manager Jessie Zhang e la Manager del Centro Visti di Chongqing Lorella Brienza.

“In quest’anno molto particolare, in cui si celebra il cinquantenario dello stabilimento delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina”, ha affermato il Vice Console nel suo discorso di benvenuto, “i nostri due paesi hanno avuto l’occasione di dare ulteriore impulso alle collaborazioni in settori di comune interesse, consolidando il rapporto di amicizia e stima reciproca che ha caratterizzato il primo mezzo secolo di relazioni bilaterali.”

Castellani ha poi sottolineato come le prospettive di ripresa dei flussi turistici internazionali nel 2021 siano più che incoraggianti. “L’Italia è pronta a ricominciare ad accogliere i turisti cinesi”, ha dichiarato il diplomatico italiano, aggiungendo che nel 2019 il Consolato Generale d’Italia a Chongqing ha processato oltre 65.000 domande di visto, con un tempo medio di trattazione delle richieste di visto per turismo di 48 ore a partire dal ricevimento della documentazione.

Dopo i discorsi ufficiali, è stata ufficialmente inaugurata la mostra “Discovering Italy: a photographic journey throughout the peninsula”, realizzata dal fotografo italiano Francesco Tobia, il quale, intervenuto all’evento, ha presentato al pubblico la collezione.

“La scelta delle immagini”, ha spiegato il fotografo, “è stata dettata da due fattori: per primo la necessità di rendere giustizia alla bellezza di alcuni luoghi d’Italia ignoti, che alla pari di un volto di fanciulla celato dalla timidezza con un simile velo di riserbo sembrano voler nascondere le proprie grazie; secondo motivo, il desiderio di una collaborazione tra i due paesi che potrebbe portare mutui benefici: molti borghi e paesi in Italia in calo demografico, situati spesso in veri paradisi naturali dove il tempo sembra essersi fermato, attendono di essere visitati e magari vissuti.”

L’esposizione si compone di 27 foto ad alta risoluzione che ritraggono alcune delle località italiane in assoluto più suggestive, dalle colline romane alle Cinque Terre, dalla immortale Venezia a Matera, Capitale europea della cultura 2019, alla scoperta di alcune delle meraviglie del nostro paese.

(Visited 18 times, 1 visits today)
Please follow and like us: