EMIRATI ARABI | A Dubai campagna di sensibilizzazione contro i disturbi del comportamento alimentare

A Dubai è stata realizzata la campagna di sensibilizzazione per combattere e prevenire i disturbi del comportamento alimentare dal titolo “Love Yourself” (Amati) con protagonista l’italiana Benedetta Paravia (ex modella, oggi autrice, conduttrice e produttrice), che da adolescente ne è stata vittima. “Love Yourself” è una campagna itinerante con tappe in diversi Paesi, della durata di 6 anni.

L’obiettivo è quello di spiegare la relazione tra la cultura del “benessere”, l’uso dei social media e i DCA e di conseguenza combatterli attraverso l’informazione trasmettendo il valore di amare sé stessi.
Il problema maggiore è che oggi la maggior parte dei giovani e dei meno giovani utilizzano sui social media beauty app che non si limitano solo all’utilizzo di filtri di bellezza ma possono cambiare completamente i connotati di viso e corpo, rendendo le persone completamente diverse (più alte, più magre, più levigate o più sexy e prosperose) così da confondere completamente il pubblico più ingenuo e più fragile che comincia a ricercare spasmodicamente nella propria vita ed intimità una perfezione che non esiste. Su questo terreno scivoloso si insidiano i disordini che possono diventare malattie.

Benedetta Paravia ha accettato per la prima volta di posare per una campagna dove le sue forme mediterranee sono mostrate con orgoglio e sicurezza di sé con un bel servizio a firma del fotografo Chris Calumberan, nel quale sono state lasciate volutamente le pieghe naturali del suo corpo, attraverso il semplice utilizzo delle luci naturali del giorno.

In Italia sono circa 3 milioni i giovani colpiti da disturbi del comportamento alimentare, con Bergamo che supera la media nazionale. La campagna è oggi in corso in gran parte dell’Asia, dove, con l’avvento del benessere, sono iniziati a comparire i disturbi alimentari che compromettono la vita a tantissimi giovani. Una volta concentrati tra le ragazze caucasiche adolescenti nei paesi occidentali ad alto reddito, oggi i disturbi del comportamento alimentari (DCA) sono globali e coinvolgono anche giovani ragazzi. Gli studi di settore, basati su precedenti lavori che descrivono l’ascesa dei DCA tra le culture in transizione, hanno evidenziato l’emergere dei disturbi anche in Asia individuando questo sviluppo all’interno del più ampio discorso sui processi di cambiamento che hanno radicalmente trasformato le società asiatiche negli ultimi tre decenni.

“Oggi, guardando le mie foto di diciottenne mi chiedo come abbia potuto essere così insicura nonostante fossi perfetta nelle mie proporzioni” – commenta Benedetta – “È proprio per questo che quando mi è stata proposta questa Campagna, dopo le prime titubanze ho pensato che anche da adulta avrei potuto essere utile come esempio a tanti giovani che ancora non comprendono il proprio valore individuale ed il valore della differenza. Ecco perché ho scelto di postare sui miei social foto sempre naturali: o vengono bene oppure se non vengono bene ma sono simpatiche le posto comunque. Preferisco che qualcuno che mi segue sui miei social mi dica che sono più bella dal vivo invece di non riconoscermi affatto se mi incontra”.
Una delle foto di Benedetta è stata scelta per la versione italiana della Campagna dal nome “Food is fashion, Love yourself” promossa dal CAD Sociale International e presentata a Milano durante la Settimana della Moda da Paul Grilli Portigliotti alla presenza del Presidente Onorario della Camera della Moda Cav. Mario Boselli.

(Visited 181 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram