BOSNIA ERZEGOVINA | Lancio del progetto europeo di formazione in materia di anti-corruzione a guida italiana

“La formazione specifica dei funzionari pubblici è un elemento chiave per un’efficace prevenzione e lotta contro la corruzione. Solo funzionari pubblici ben preparati e pienamente consapevoli degli strumenti a propria disposizione per prevenire e contrastare la corruzione possono diventare agenti del cambiamento all’interno della Pubblica Amministrazione di Bosnia Erzegovina a tutti i livelli. Sono certo che questo progetto a guida italiana offrirà un contributo significativo per rafforzare le capacità della pubblica amministrazione di Bosnia Erzegovina”.

Sarajevo, 20 giugno 2019: così le parole dell’Ambasciatore d’Italia, Nicola Minasi, in vista della conferenza di lancio del progetto nel settore della prevenzione della corruzione “Stabilization and Integration Policies for the BiH Public Administration system”, finanziato dall’Unione Europea e realizzato dall’Università di Napoli Parthenope in collaborazione con l’Autorità Nazionale Anti-Corruzione (ANAC).

Il progetto, finanziato con fondi IPA per 500.000 euro e della durata di due anni, ha l’obiettivo di offrire una formazione specifica e di alto livello nell’ambito della prevenzione e contrasto della corruzione ai funzionari pubblici della Bosnia Erzegovina a tutti i livelli (Stato, Entità e Cantoni).

Il progetto prevede la frequenza da parte di 20 funzionari pubblici di un Master di alta specializzazione della durata di un anno (a.a. 2019 / 2020) presso l’Università di Napoli Parthenope, articolato in diversi moduli sia teorici che pratici, grazie alla collaborazione con l’Autorità Nazionale Anti-Corruzione italiana.

In aggiunta, l’Università di Napoli Parthenope, in collaborazione con università locali, organizzerà due “Summer School” , aperte alla partecipazione di funzionari pubblici, una quest’estate e l’altra nell’estate 2020.

Per maggiori dettagli, è possibile visitare il sito www.sippas.eu

(Visited 6 times, 1 visits today)