CINA | III Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Cerimonia di apertura della Settimana a Chongqing

Lunedì 19 novembre – Si è da poco conclusa, presso l’Hotel Niccolo di Chongqing, la cerimonia di apertura ufficiale della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo 2018.
L’iniziativa, giunta alla sua terza edizione, mira a valorizzare la ricca tradizione eno-gastronomica italiana attraverso eventi e attività di promozione di vario genererealizzati dalla rete diplomatico-consolare della Farnesina, in collaborazione con gli attori pubblici e privati che rappresentano la cucina italiana, in oltre 100 paesi del mondo.

“Qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio, biodiversità: questi sono solo alcuni tra i valori che intendiamo promuovere”, ha affermato il Console Generale d’Italia a Chongqing Filippo Nicosia nel corso del suo discorso di apertura. “Valori che stanno alla base di un’industria, quella dell’agroalimentare italiano, in cui si esprime al meglio l’eccellenza tecnologica e l’innovazione del comparto industriale del Paese che rappresento.”

Dal 19 al 25, a Chongqing e in altre quattro città (Chengdu, Leshan, Guiyang e Kunming) di tre diverse Province (Sichuan, Guizhou, Yunnan), sono previsti oltre 30 tra degustazioni, conferenze e attività promozionali di vario genere, con il coinvolgimento di 12 tra ristoranti, winebar e hotel di lusso, 2 supermercati specializzati in prodotti di importazione, una scuola alberghiera, 5 tra pasticcerie e gelaterie.

“Nel mettere a punto il programma, ci siamo posti come obiettivo principale quello di promuovere la Dieta Mediterranea, vero pilastro della cucina italiana, e i suoi ingredienti”, ha sottolineato il Console Nicosia, che ha poi aggiunto: “Secondo la classifica Bloomberg Global Health Index, l’Italia è il Paese con la popolazione più sana e con la più alta aspettativa di vita a livello mondiale. Le ragioni di questo fenomeno sono legate proprio alla dieta degli italiani, ricca di verdure e a base di olio extra vergine di oliva.”

Il Console Generale ha poi fornito alcuni dati particolarmente significativi dello stato di salute dell’industria agroalimentare italiana, che “vale oltre 130 miliardi di euro, con esportazioni che nel 2017 hanno per la prima volta toccato quota 41 miliardi di euro, in aumento del 7% rispetto al 2016.”

“Proprio la Cina”, ha proseguito Nicosia, si conferma tra i mercati emergenti per le esportazioni dei prodotti alimentari Made in Italy, con un +17% su base annua, a testimonianza del sempre maggiore apprezzamento che il popolo cinese nutre nei confronti del cibo italiano.” Al discorso di apertura è seguita una breve conferenza stampa con i media ocali, durante la quale il Console Generale, nell’esprimere la propria soddisfazione per il sempre maggiore rafforzamento delle relazioni culturali tra Italia e Sud-ovest della Cina, ha manifestato la ferma volontà del Consolato di promuovere ulteriormente gli scambi bilaterali nel campo culturale.

“La Settimana della Cucina Italiana”, ha sottolineato il Console Nicosia, “rappresenta un’occasione unica per avvicinare i nostri amici cinesi alla cucina e alla cultura italiana, con sicure ricadute
positive nei campi del turismo e del commercio.” Nella seconda parte dell’evento ha avuto luogo un workshop dedicato alla presentazione di tre prodotti rappresentativi della tradizione eno-gastronomica italiana associati a tre distinte Regioni del nostro Paese: olio extra-vergine d’oliva e Marche, Prosecco e Veneto, peperoncino e Calabria. Nel corso delle esposizioni, tenute da tre operatori del settore F&B attivi in Cina, sono stati illustrati tipologie di uso e valori nutrizionali dei tre prodotti in questione. In particolare, si è analizzato il ruolo determinante che tali prodotti
rivestono all’interno delle tradizioni eno-gastronomiche delle tre Regioni considerate, contribuendo a dare un’idea dell’estrema ricchezza e varietà sotto il profilo culturale e culinario, oltre che paesaggistico e architettonico, che caratterizza l’Italia.

Il Consolato Generale d’Italia a Chongqing intende rivolgere uno speciale ringraziamento a Olio Vitali, Sinodrink e World Chilli Alliance per aver preso parte al workshop, nonché al Niccolo Hotel di Chongqing per la preziosa collaborazione.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare l’ufficio stampa del Consolato Generale d’Italia a Chongqing: giuseppe.lagana@esteri.it, 023/63822033.

(Visited 6 times, 1 visits today)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*