‘Goodbye Irpinia’ sbarca in Canada: sabato 4 maggio la presentazione a ‘Librissimi – Festival del libro italiano a Toronto’

Goodbye Irpinia“, primo Paper novel al mondo, edito da Bibliotheka edizioni, sarà presentato in Canada il prossimo sabato 4 maggio nel corso di Librissimi – Toronto Italian Book Festival. L’evento culturale, organizzato dal Comites Toronto, si svolgerà nella metropoli canadese venerdì 3 e sabato 4 maggio prossimo. Sarà possibile seguire la presentazione in diretta video qui su Patrimonioitalianotv.com sabato 4 maggio dalle ore 23.50.

Il thriller del giornalista Mike J. Pilla, un romanzo-inchiesta che mescola fiction e realtà, è ambientato tra Montaguto, Toronto, New York e Youngstown: protagonista assoluta, la frana di Montaguto, la più vasta d’Europa, denominata “mostro di terra” che dal 2005 al 2010 ha tenuto in scacco il paese e la zona, con la chiusura della fondamentale arteria stradale SS90 delle Puglie e persino della tratta ferroviaria Roma-Lecce. Una triste pagina di cronaca della storia italiana, che Pilla ha raccontato per filo e per segno sul giornale online Montaguto.com e che ha deciso di romanzare affinché il tempo non ne cancelli il ricordo.

Nel romanzo, l’inchiesta è condotta da un giornalista italo-canadese, che scoprirà la bellezza del piccolo paese e l’amore dei tanti paesani sparsi per il mondo, che mantengono un legame fortissimo con il proprio luogo natio e con le proprie radici. Per questo motivo, tanti sono i riferimenti al dialetto montagutese.

La storia narrata nel libro svela molte delle problematiche di piccoli paesi come Montaguto, lasciati sempre più abbandonati a sé stessi, ma è anche la storia dei tantissimi emigrati che soffrono nello stare lontani dalla culla della propria infanzia.

Perché, come rivela la tag-line del romanzo: “Puoi provare a lasciare il paese ma è il paese che non ti lascerà mai”.

» GOODBYE IRPINIA

 

Un evento che è stato reso possibile dalla partnership tra Villa Charities e il Comites. Si tratta della seconda edizione di una manifestazione che ha l’obiettivo di promuovere la cultura e la letteratura italiana. Il Festival, ad ingresso gratuito, verrà ospitato al Joseph D. Carrier Art Gallery al Columbus Center.

Sarà presente Patrimonio Italiano Tv, che trasmetterà la kermesse in diretta video, con approfondimenti e interviste.

La rassegna include presentazioni, letture, convegni per i più grandi e attività dedicate al pubblico più giovane e ai bambini, in diverse lingue, italiano ovviamente, ma anche francese e inglese, senza dimenticare nemmeno i dialetti. Il Comites di Toronto ha organizzato il Festival con il sostegno e la partecipazione di diverse organizzazioni culturali e della comunità italo-canadese. Il programma del Festival prevede una rassegna di scrittori e attività che sono legate al libro, nelle forme e nei linguaggi letterari.

Una maniera per riflettere anche la ricchezza della cultura italo-canadese che poi è riuscita ad esprimersi in diversi lingue. Si tratta della prima edizione di un Festival che si preannuncia importante per la comunità italo-canadese di Toronto e delle zone limitrofe. Un momento culturale che come detto si svolgerà nella sua completezza sabato 4 maggio, ma che avrà anche un prologo il giorno precedente, con un evento che sarà organizzato come grand opening di questa seconda edizione.

Con sede il Columbus Center, la culla della comunità italo-canadese a Toronto, avrà l’appoggio anche di Villa Charities, una organizzazione non profit che opera da quasi mezzo secolo al fine di celebrare e promuovere il patrimonio, la cultura, la lingua, la gastronomia e i valori familiari italiani. Per quasi cinquant’anni Villa Charities ha poi fornito assistenza agli anziani offrendo anche programmi educativi.

» LIBRISSIMI – SITO UFFICIALE   ||   » LIBRISSIMI – PAGINA UFFICIALE

 

GOODBYE IRPINIA – Sinossi

Un’antica maledizione. Un’oscura presenza. Un paese in ostaggio.

Steve Caruso, giornalista italo-canadese, viene inviato dal suo giornale a Montaguto, paesino del Sud Italia dov’è scomparso un bambino di otto anni, ritrovato l’indomani. Pochi giorni dopo, spariscono due trentenni. Nel ‘95 si persero le tracce di un altro ragazzino, Luigi Altieri.

Gli indizi portano alla “Cappella Maestri”, un monumento funerario dov’è custodito l’inquietante ritratto di un ingegnere morto a Toronto. Nel frattempo, una frana mastodontica continua la sua discesa verso valle, riportando a galla una lugubre storia. Insieme al giornalista Alberto Cataldi, Steve ingaggia una corsa contro il tempo per salvare i ragazzi, col supporto di una comunità di montagutesi di Toronto e New York. I due diventeranno testimoni di una verità terribile, tenuta nascosta per secoli sotto la nuda terra. Una terra che ingoia tutto ciò che trova sul suo cammino.

“Goodbye Irpinia” è il primo Paper novel al mondo, un romanzo-inchiesta tra fiction e realtà che, con l’ausilio di inserti giornalistici creati ad hoc, trasporta il lettore in un viaggio reale/immaginario tra l’Italia e l’America. Ma è anche la malinconica storia dei tanti emigrati che soffrono a stare lontani dalla propria terra. Anche se, come rivela l’autore: “Puoi provare a lasciare il paese ma è il paese che non ti lascerà mai”.

(Visited 10 times, 1 visits today)