STATI UNITI | Martedì 27 novembre Chiara Valerio parlerà di Natalia Ginzburg all’I.I.C. di New York

Una conversazione con l’autrice Chiara Valerio che rappresenta l’Italia all’edizione 2018 di The New Literature from Europe Festival (NLE) che si svolge a New York dal 27 al 29 novembre. L’autrice, che sarà presentata da Alessandro Giammei, parlerà di Caro Michele di Natalia Ginzburg.

Chiara Valerio. È nata a Scauri (in provincia di Latina) nel 1978, ha conseguito un dottorato in matematica all’Università Federico II di Napoli e vive a Roma.

È redattrice della rivista Nuovi Argomenti ed ha collaborato al blog letterario Nazione Indiana; ha scritto per il teatro e per la radio, ha collaborato con la trasmissione culturale “Pane quotidiano”, di Rai 3. Per la casa editrice Nottetempo ha diretto la collana “narrativa.it”, dedicata ai nuovi scrittori della narrativa italiana. Con Anna Antonelli, Fabiana Carobolante e Lorenzo Pavolini cura il programma “Ad alta voce” di Rai Radio 3. Con Nanni Moretti, Valia Santella e Gaia Manzini ha scritto il soggetto del film di Nanni Moretti Mia Madre, con Gianni Amelio e Alberto Taraglio ha scritto il soggetto del film di Gianni Amelio, La tenerezza.

Lavora come editor della narrativa italiana presso la Marsilio Editore e scrive per il settimanale Robinson de La Repubblica e per il mensile Amica.

Ha scritto romanzi e racconti, tra cui: A complicare le cose (Robin 2007), La gioia piccola d’esser quasi salvi (nottetempo 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza 2010).
Ha tradotto Flush di Virginia Woolf (Nottetempo 2012).
Almanacco del giorno prima (2014) è il primo romanzo pubblicato per Einaudi, seguito da Storia umana della matematica (2016).

Alessandro Giammei è professore associato di Modern Italian Studies presso il Bryn Mawr College. Si occupa di studi sia storici che moderni che interdisciplinari, unendo studi testuali e visivi, Modernità e Rinascimento, classicismo e sperimentalismo. Si è formato come storico letterario a Roma, dove è cresciuto e ha frequentato l’Università la Sapienza. Durante il suo dottorato presso la Scuola Normale Superiore ha vinto una Borsa di Scambio presso l’Università di New York, dove ha insegnato per un semestre al Dipartimento di Studi Italiani. Prima di entrare a far parte della facoltà del Dipartimento di Italiano e di studi italiani presso Bryn Mawr, è stato Cotsen Fellow della Society of Fellows in Liberal Arts  dell’Università di Princeton, dove ha insegnato al Dipartimento di francese e italiano e ha collaborato alla gestione del programma in Studi italiani. Ha anche insegnato, come volontario, e ha diretto il curriculum umanistico del programma the Prison Teaching Initiative.

» CLICCA QUI PER PRENOTARE

(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*