INGHILTERRA | ‘Enrico Fermi remembered: the scientist and his legacy’ venerdì 8 febbraio all’IIC di Londra

L’istituto di Cultura Italiana ospiterà un incontro organizzato dall’AISUK per celebrare lo scienziato Italiano Enrico Fermi e l’apertura a Roma del Museo storico della fisica e Centro di studi e ricerche “Enrico Fermi”

Venerdì 8 Febbraio 2019, presso l’istituto di Cultura Italiana, si svolgerà l’incontro” Enrico Fermi remembered: the scientist and his legacy”. L’evento, organizzato dall’ Association of Italian Scientists in the UK (AISUK), vuole celebrare la vita e il lavoro dello scienziato italiano premio Nobel nel 1938. Enrico Fermi è ricordato principalmente per gli studi teorici e sperimentali nell’ambito della meccanica quantistica e in particolare della fisica nucleare. Tra i suoi contributi si possono citare la teoria del decadimento β e la statistica quantistica di Fermi-Dirac. Fu inoltre uno dei direttori tecnici del Progetto Manhattan, che portò alla realizzazione della bomba atomica nei laboratori di Los Alamos. Lo scienziato Italiano ricevette nel 1938 il Premio Nobel per la fisica, per “l’identificazione di nuovi elementi della radioattività e la scoperta delle reazioni nucleari mediante neutroni lenti“. Il 25 gennaio 1939, nel seminterrato di Pupin Hall, alla Columbia, un gruppo di ricercatori tra cui Fermi condussero il primo esperimento di fissione nucleare negli Stati Uniti. Esattamente ottant’anni   da quel primo esperimento, questo incontro vuole raccontare il contributo fondamentale Fermi nella fisica Nucleare, ponendo l’attenzione in particolare sul periodo in cui lo scienziato visse e lavorò a Roma e a Los Alamos.

Durante l’evento interverranno:

Dr Simone Turchetti: Centro per la storia della scienza, della tecnologia e

Medicina, Università di Manchester

Prof Frank Close: Professore emerito di fisica presso l’Università di Oxford e Fellow presso l’ Exeter College di Oxford.

Prof Luisa Cifarelli: Presidente della Società Italiana di Fisica (SIF) e Presidente del Centro Fermi, Roma.

Introduce e Modera:

Prof Paolo G. Radaelli: Professore di fisica presso l’Università di Oxford e Professorial Fellow del Wadham College di Oxford.

 

 

DETTAGLI EVENTO 

Giorno: 8 febbraio 2019

Luogo: Italian Cultural Institute

Indirizzo: 39 Belgrave Square, SW1X 8NX -LONDRA

Orario svolgimento: 18.30-20:00

PROGRAMMA

                                                          Saluti Istituzionali

Apertura dei lavori

Prof Paolo G. Radaelli, Professor of Physics at the University of Oxford, and Professorial Fellow of Wadham College, Oxford.

Marco Delogu, Director of the Italian Cultural Institute of London

Panel Discussion

Modera: Prof Paolo G. Radaelli, Professor of Physics at the University of Oxford, and Professorial Fellow of Wadham College, Oxford.

Intervengono:

Dr Simone Turchetti: Centre for the History of Science, Technology and

Medicine, University of Manchester

Prof Frank Close:  Emeritus Professor of Physics at the University of Oxford, and a Fellow of Exeter College, Oxford.

Prof Luisa Cifarelli: President of the Italian Physical Society (SIF) and President of the Centro Fermi, Rome.

Q&A Session

Conclusioni

Al temine dell’incontro, a tutti i gentili ospiti verrà servito un aperitivo in una delle sale messe a disposizione dall’Istituto di cultura Italiana

*****

 Association of Italian Scientists in the UK (AISUK) è un associazione che riunisce accademici e ricercatori Italiani nel Regno Unito nei tre settori di Scienze fisiche e ingegneria, Scienze sociali e umanistiche e Scienze della vita. L’AISUK lavora per promuovere collaborazioni scientifiche tra istituzioni accademiche italiane e britanniche e tra centri di ricerca nel settore pubblico e privato. Inoltre si occupa di valorizzare il lavoro svolto dai ricercatori italiani nel Regno Unito e a promuovere la mobilità dei ricercatori tra Italia e Regno Unito.

(Visited 2 times, 1 visits today)