NAZIONALE UNDER 20 | Campionato del Mondo, l’Italia ad un passo dalla storia. Oggi alle 17.30 la semifinale contro l’Ucraina

A un passo dalla storia. La Nazionale Under 20 questo pomeriggio affronterà al Gdynya Stadium (ore 17.30, Diretta su Rai 2 e Sky Sport) l’Ucraina nella semifinale Mondiale  e una vittoria significherebbe arrivare dove l’Italia non è mai arrivata. Nel torneo iridato di due anni fa in Corea del Sud, gli Azzurrini guidati da Chicco Evani conquistarono il bronzo dopo aver battuto l’Uruguay ai rigori nella finalina per il terzo e quarto posto. L’eroe della giornata fu un giovanissimo Alessandro Plizzari che parò due rigori regalando alla squadra italiana il miglior risultato di sempre.

L’Ucraina sta confermando in questo torneo il potenziale messo in mostra lo scorso anno in Finlandia nel campionato Europeo Under 19 quando alle semifinali uscì dalla competizione sconfitta pesantemente dal Portogallo (5-0)  divenuto campione Continentale dopo un’emozionante finale contro l’Italia.

I lusitani, a sorpresa, sono fuori da questo mondiale mentre gli ucraini domani tenteranno l’impresa dopo un percorso che sinora non è stato macchiato da nessuna sconfitta: inizia la fase a gironi con una vittoria battendo gli Usa (2-1), supera di misura il secondo match contro il Qatar (1-0) e poi pareggia con la Nigeria (1-1). Il suo cammino prosegue assestando un poker a Panama (4-1) agli ottavi e eliminando ai quarti la Colombia (1-0). Squadra solida e dal gioco ordinato, molto coesa tra i reparti per cui è difficile farle gol; dotata di trequartisti rapidi, capaci di repentine incursioni. Gioca normalmente schierando un 3-4-2-1dove brillano le due stelline Serhii Buletsa e Oleksii Kashchuck rispettivamente giocatori della Dinamo Kiev e lo Shaktar Donetsk.

Simile il percorso dell’Italia che non ha mai subito sconfitte, battendo nella fase a gironi Messico 2-1), Ecuador (1-0) e pareggiando con il Giappone; agli ottavi si è sbarazzata dei padroni di casa della Polonia (1-0) e ai quarti ha superato in una partita avvincente il Mali (4-2).

Due percorsi analoghi per una sfida che avrà di fronte due squadre dalle caratteristiche molto simili, è il pensiero di Paolo Nicolato, dove ognuna avrà il 50% di possibilità di vittoria: “L’Ucraina in questo Mondiale ha confermato il suo valore – dichiara il tecnico Azzurro – mettendo in mostra un gioco che si basa sul collettivo, tanto quanto il nostro. Penso sarà una partita molto equilibrata, tattica, in stile europeo, dove peseranno gli episodi e quindi sarà necessaria molta concentrazione”. Gli fa eco Andrea Pinamonti che sta vivendo questa vigilia senza particolari tensioni: “Siamo molti sereni – conferma il capitano della squadra -, consci di aver raggiunto un livello importante. Abbiamo la giusta concentrazione e domani tutti insieme daremo il massimo per raggiungere il nostro sogno, quello di vincere questo Mondiale”.

Nella parte bassa del tabellone iridato, è giunta alla semifinale l’Ecuador, campione sudamericano, squadra di grande qualità tecnica che ha superato la fase a gironi tra le migliori quattro terze, battendo ai quarti gli Usa (2-1). L’altra semifinalista è la Corea del Sud che ha battuto il Senegal ai quarti dopo un’estenuante partita finita ai rigori (3-3 tempi regolamentari, 3-2 dcr).

Le semifinali

Italia-Ucraina (17.30, Gdynya Stadium) Diretta Rai 2 e Sky Sport

Ecuador- Corea del Sud (20.30, Lublin Stadium)

(Visited 5 times, 1 visits today)