GDYNIA, POLAND - JUNE 11: Players of Italy participate in the national anthem ahead of the 2019 FIFA U-20 World Cup Semi Final match between Ukraine and Italy at Gdynia Stadium on June 11, 2019 in Gdynia, Poland. (Photo by Lars Baron - FIFA/FIFA via Getty Images)

NAZIONALE UNDER 20 | Mondiali, stasera contro l’Ecuador per il bronzo. Nicolato: “I miei ragazzi, sono stati fantastici»

Per la Nazionale Under 20, rimasta a Gdynya dove questa sera alle 20.30 (diretta su Rai 4 e Sky Sport) giocherà la finale tra il terzo e quarto posto, il risveglio è stato amaro. Il finale controverso che ha visto negare dal Var il magnifico gol segnato da Scamacca è stato un duro colpo, una rete che avrebbe significato la possibilità di giocare i tempi supplementari della semifinale contro l’Ucraina e continuare a inseguire il sogno.

Ma le parole dette già ieri sera ai ragazzi e ribadite oggi da Paolo Nicolato hanno rincuorato gli Azzurrini che si apprestano comunque a fare l’impresa, quella di eguagliare il risultato già raggiunto due anni fa in Corea del Sud e lottare per un bronzo, obiettivo insperabile all’inizio di questa avventura: “Non abbiamo rammarichi – ha detto con forza il tecnico Azzurro – la peggiore sconfitta deriva dal pensare di non aver fatto tutto il possibile e voi siete andati oltre. Sono orgoglioso di voi per il percorso che avete fatto ma ci aspetta l’ultima sfida”. Quella contro l’Ecuador, che ieri ha perso di misura contro la Corea del Sud. Una sconfitta che i pronostici non prevedevano, ma in fondo a questo Mondiale sono arrivate le sue squadre che hanno espresso il gioco più razionale, fatto di geometrica potenza, che ha superato anche le compagini dotate di più estro e costellato da individualità di più ribalta.

La maggiore preoccupazione di Nicolato per la partita di venerdì è data dal recupero emotivo e soprattutto fisico dei suoi ragazzi, una preoccupazione aggravata da alcuni acciacchi che,, data la brevità di tempo, non potranno essere sanati dallo staff medico e paramedico della squadra azzurra: Frattesi e Scamacca sono usciti zoppicando dal campo il primo nell’intervallo e il secondo alla fine, per gli effetti di un infortunio ai flessori della coscia che li terrà fuori dal prossimo match; anche Bellanova si aggiunge alla lista degli infortunati poiché sarà costretto a saltare la partita per un problema al ginocchio.

Si aggiunge alla lista degli assenti anche Andrea Pinamonti, il bomber Azzurro con quattro reti al suo attivo in questa rassegna, che questa mattina ha raggiunto a Bologna i suoi compagni della Under 21 per prendere parte al campionato Europeo che inizierà contro la Spagna domenica 16 giugno.
I campioni sudamericani gli Azzurrini li hanno già incontrati e battuti (1-0) nella fase a gironi, una gara al termine della quale il Ct Nicolato era rimasto impressionato dalle qualità dell’avversario: “Un gruppo dotato di qualità fisica e tecnica – dichiara il tecnico – che consideravo candidato al titolo iridato. Le loro capacità sono note e dovremo ricorrere a tutte le nostre risorse per ridare un assetto alla squadra”.

Molto avvilito Gianluca Scamacca per non poter stare al fianco dei suoi compagni: questa notte ha dormito poco e nella sua mente è passato mille volte il film della sua bellissima esecuzione vanificata dalla decisione arbitrale: “Pensavo di aver fatto un movimento tipico dell’attaccante, per liberarmi dalla stretta del difensore ma evidentemente l’arbitro, dopo la sua verifica al Var, ha ritenuto il mio gesto falloso. Mi dispiace, perché sarebbe stata una rete bellissima e importante per la squadra ma rispetto la decisione presa dal direttore di gara”.

Ieri la passione per gli Azzurrini si è concretizzata con 1.526.000 spettatori che attraverso Rai 2 (1.111.000) e Sky Sport (415.000) hanno seguito la sfortunata prova dei ragazzi di Nicolato.

Questo pomeriggio la squadra ha sostenuto una seduta di scarico per chi ha giocato ieri e una rifinitura fisica e tecnica tutti gli altri.

Finale Terzo e Quarto Posto
14 giugno: Italia – Ecuador (20.30, Gdynya Stadium) Diretta Rai 4 e Sky Sport

Finale del Campionato del Mondo
15 giugno: Ucraina – Corea del Sud (18.00, Lodz Stadium)