PORTOGALLO | Il pianista Giovanni Guidi stasera in concerto alla Casa da Mùsica di Porto

Questa sera  alle ore 19, il pianista italiano Giovanni Guidi si esibirà in concerto in Portogallo, presso la Casa da Música di Porto. Il concerto è promosso dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) ed è realizzato con i fondi della “SIAE – Dalla parte di chi crea” Sillumina nell’ambito di Suono Italiano – jazz session, progetto sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo Spettacolo, sotto la direzione artistica di Lucio Fumo.

Planet Earth piano solo tour” è il titolo del concerto, che nasce dalla volontà di rendere un tributo ai milioni di emigranti che nell’800 e nel ‘900 lasciarono l’Italia per cercare una vita migliore altrove e ai tanti coraggiosi che attraversarono acque spesso pericolose per scoprire nuove terre o incrementare commerci, scambi e conoscere altre culture.

Giovanni Guidi, molto impegnato in un tour in tutta Europa, è nato a Foligno nel 1985. Frequentando i seminari estivi di Siena, venne notato da Enrico Rava, che lo inserì nel gruppo Rava Under 21, trasformatosi in seguito in Rava New Generation. Con quest’ultimo gruppo ha inciso nel 2006, nel 2010 e nel 2016 tre Cd per l’Editoriale l’Espresso. Attualmente collabora con i gruppi di Rava (PM Jazz Lab, Tribe ed il trio che comprende anche il guru dell’elettronica Matthew Herbert), con l’acclamatissimo duo “Soupstar”, con il trio “Thanks For The Fire”, con il quartetto “Ida Lupino”, con il quintetto “Not A What” e con il duo con Daniele Di Bonaventura al bandoneon. È anche leader di propri gruppi come: “Il nuovo quintetto”, composto da Francesco Bearzatti al sax tenore, Roberto Cecchetto alla chitarra, Thomas Morgan al contrabbasso e Joao Lobo alla batteria; “Drive” il trio in cui si esibisce al fender rhodes, con Joe Rehmer al basso elettrico e Federico Scettri alla batteria; il quartetto “Salida” che comprende David Virelles alle tastiere, Dezron Douglas al contrabbasso e Gerald alla batteria; “The Gam Scorpions” di cui fanno parte un gruppo di giovani gambiani e senegalesi richiedenti asilo in Italia.

“Questo concerto aprirà un tour che porterà Giovanni Guidi a girare l’Europa e il Sud America”, dichiara Lucio Fumo, presidente del CIDIM. “In un mondo oggi così frammentato, diviso e al tempo stesso globalizzato e spesso così ostile, sospettoso, pieno di paure rispetto all’immigrazione dei nostri tempi, ci sembra che il tour mondiale di un musicista italiano che incide dischi per un’etichetta tedesca e suona spesso con musicisti di tutto il mondo sia una testimonianza importante da compiere. Il pianista umbro affronta la dimensione del piano solo per esprimere appieno la sua inventiva e la sua poliedrica personalità”.

» PAGINA FACEBOOK UFFICIALE

(Visited 8 times, 1 visits today)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*