REP. CECA | ‘Václav Havel. Ritratto a più voci dell’eroe della Rivoluzione di velluto’

Rivista italiana di Praga pubblica un libro per ricordare lo statista ceco a dieci anni dalla scomparsa. Patrocinio dell’Ambasciata d’Italia e dell’Istituto Italiano di Cultura

In occasione del decimo anniversario della scomparsa di Václav Havel (18 dicembre 2011), la rivista italiana “Progetto RC” pubblica a Praga una raccolta di interviste rilasciate nel corso dell’anno da diciotto personalità, legate alla figura del dissidente e attivista dei diritti umani, poi diventato presidente della Cecoslovacchia e della Repubblica Ceca. Tra gli intervistati, diplomatici, politici, ex ministri, accademici, giornalisti e storici che hanno avuto modo di conoscere personalmente e collaborare con l’ex dissidente. Spiccano le testimonianze dell’ex segretario di stato statunitense Madeleine Albright, legata da grande amicizia all’ex Presidente ceco, del principe Karel Schwarzenberg, ex ministro degli Esteri, che di Havel fu cancelliere al Castello di Praga, del cardinale Dominik Duka, che con l’ex dissidente condivise un periodo di prigionia durante il regime, e di Michael Žantovský, scrittore, politico e diplomatico, che del presidente Havel fu portavoce e al quale ha dedicato una biografia recentemente tradotta e distribuita in Italia dalla casa editrice La nave di Teseo.

Il volume, intitolato “Václav Havel. Ritratto a più voci dell’eroe della Rivoluzione di velluto”, è curato da Amedeo Gasparini, giovane ricercatore e giornalista freelance italo svizzero residente a Praga, con prefazione del giornalista e scrittore Sergio Tazzer, ex direttore della sede regionale Rai del Veneto, esperto di Europa Centro-Orientale e fondatore del settimanale radiofonico “Est Ovest” della Rai.  La presentazione dell’opera si è tenuta ieri, 13 dicembre, nella Cappella barocca dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga alla presenza dell’ambasciatore d’Italia in Repubblica Ceca Mauro Marsili, della direttrice dell’Istituto Alberta Lai e di numerosi ospiti. Come hanno sottolineato il capo redattore della rivista “Progetto Repubblica Ceca” Giovanni Usai e il curatore del volume, Amedeo Gasparini, la pubblicazione ha un carattere no-profit e si propone di raggiungere una finalità benefica. La distribuzione del libro non è infatti subordinata a un prezzo di copertina, ma a una donazione da devolvere a favore di organizzazioni impegnate in attività coerenti con lo spirito dell’ex dissidente e attivista dei diritti umani. “L’obiettivo di questa iniziativa è appunto quella di onorare l’eredità di un uomo che con la sua statura morale e i suoi valori rimane ancora oggi un punto di riferimento fondamentale per la classe politica, la società della Repubblica Ceca e dell’intera Europa” ha spiegato Gasparini, che nel corso del dibattito ha approfondito i diversi filoni interpretativi legati alla figura di Václav Havel, un intellettuale, letterato e filosofo che attraverso il proprio magistero politico ha contribuito ad imprimere un nuovo corso alla storia dell’Europa contemporanea e delle relazioni euro-atlantiche.

L’iniziativa editoriale è stata resa possibile anche grazie al supporto di SIAD SpA, multinazionale italiana presente in Repubblica Ceca. Il volume esce sotto il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Praga, dell’Istituto Italiano di Cultura, del Comune di Praga Capitale e di prestigiosi centri di ricerca quali Europeum, Forum 2000, Friedrich Naumann Foundation for Freedom Central European and Baltic countries, l’Istituto per lo Studio dei Regimi Totalitari e la Biblioteca Václav Havel.

Intervistati:

Martin Palouš, ambasciatore negli Stati Uniti (2001-2005) e presso le Nazioni Unite (2006-2011)

Dominik Duka, cardinale e arcivescovo di Praga (2012-)

Cyril Svoboda, vice primo ministro (2002-2004) e ministro degli Affari esteri (2002-2006)

Václav Malý, vescovo di Praga (1997-) e fondatore del Forum Civico (1990)

Karel Schwarzenberg, politico, ministro degli Affari esteri (2007-2009, 2010-2013)

Michael Žantovský, ambasciatore negli Stati Uniti (1992-1997) e in Israele (2004-2009)

Vladimír Dlouhý, ministro dell’Economia (1990-1992) e del Commercio (1992-1997)

Rob Cameron, giornalista, corrispondente della BBC da Praga (2004-)

Gabriele Nissim, storico dell’Europa orientale, fondatore di Il giardino dei giusti (2003-)

Jakub Hladík, segretario e consigliere di Václav Havel (1998-2008)

Luděk Niedermayer, vicegovernatore della Banca Nazionale Ceca (2000-2008), membro del Parlamento europeo (2014-)

Alexandr Vondra, ambasciatore negli Stati Uniti (1997-2001), ministro degli Affari esteri (2006-2007)

Jacques Rupnik, professore e storico a Sciences Po, consigliere di Václav Havel (1990-1992)

Veritas Holiková, suora e psicologa (2002-), ultima persona a incontrare Václav Havel

Zdeněk Bakala, uomo d’affari e investitore, miliardario, finanziatore della Biblioteca Václav Havel (2010-)

Zdeněk Hřib, medico e sindaco di Praga (2018-)

Pavel Kopp, ambasciatore ceco in Italia, fotografo, ingegnere

Madeleine Albright, rappresentante degli Stati Uniti all’ONU (1993-1997), segretario di Stato USA (1997-2001)

La Rivista

Progetto Repubblica Ceca è la prima rivista italiana pubblicata a Praga dopo la Rivoluzione di velluto. Esce trimestralmente anche in inglese, tratta argomenti che vanno dalla politica all’economia, dalla società alla cultura. Negli anni la rivista è diventata un punto di riferimento per la comunità italiana di Praga e della Repubblica Ceca e viene distribuita anche in Slovacchia e in Italia. Per maggiori informazioni: www.progetto.cz.

(Visited 12 times, 1 visits today)
Please follow and like us: