STATI UNITI | ‘La Voce di New York’, al direttore Stefano Vaccara il premio giornalistico ‘Amerigo’ per il miglior sito web

Il direttore de La Voce di New York, Stefano Vaccara, è stato insignito del premio giornalistico Amerigo – riconoscimento per giornalisti e realtà editoriali che raccontano l’America agli italiani – nella categoria “siti web”, in quanto “direttore e fondatore della Voce di New York, giornale online in lingua italiana e inglese, media americano che si rivolge ai lettori in Italia e nel mondo, diventando così un esperimento editoriale senza precedenti nel giornalismo italiano”. La redazione di Patrimonio Italiano Tv desiderano rivolgere i propri complimenti al direttore Vaccara. Riportiamo, di seguito, l’articolo apparso online su La Voce di New York.

Il nostro Direttore, Stefano Vaccara, è stato insignito del Premio giornalistico Amerigo 2018 nella sezione “siti web”. Giunto alla sua decima edizione, il premio che si consegna dentro la sede diplomatica USA a Firenze, è un riconoscimento morale per quei giornalisti e quelle realtà editoriali che raccontano l’America e la cultura a stelle e a strisce al nostro Paese.  “La Voce di New York”, dunque, si è aggiudicata il premio nella categoria siti web, riconoscimento assegnato a Vaccara in quanto – si legge nelle motivazioni – “direttore e fondatore” del nostro “giornale online in lingua italiana e inglese, media americano che si rivolge ai lettori in Italia e nel mondo, diventando così un esperimento editoriale senza precedenti nel giornalismo italiano”.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato venerdì in occasione di una cerimonia ospitata dal Console Generale degli Stati Uniti a Firenze Benjamin V. Wohlauer, dal presidente di Amerigo Vito Cozzoli, e dal segretario generale diENAM (European Network of American Alumni Association) Massimo Cugusi, tenutasi nella splendida cornice di Palazzo Canevaro, sede del Consolato americano a Firenze. La sera precedente, i premiati sono stati invitati a una cena di benvenuto, al Ristorante La Spada, con l’ambasciatore Lewis M. Eisenberg, giunto appositamente da Roma.  Eisenberg ha sottolineato l’importanza della libertà d’espressione e di stampa durante la cena. La mattina dopo,  al Consolato,  anche il Console Generale Wohlauer e la Portavoce dell’U.S. Embassy to Italy – Ambasciata Americana a Roma Lillian deValcourt-Ayala hanno evidenziato l’importanza di una stampa responsabile e un clima libero e trasparente per i giornalisti.

“Formatosi tra le Università di Siena e Boston, autore di saggi sulla storia americana recente” – proseguono le motivazioni per il premio al direttore-fondatore de La Voce di New York che sono state lette dall’avvocato Rosa Giovanna Barresi dell’Associazione Amerigo  –, “Vaccara ha collaborato con alcune tra le più importanti testate italiane (Il Foglio, Il Giornale, Panorama e altre), è stato commentatore politico del quotidiano America Oggi”, unico “in lingua italiana redatto e pubblicato negli Stati Uniti, e direttore del settimanale US-Italia“.

“Vaccara è da otto anni corrispondente per Radio Radicale dalle Nazioni Unite”, prosegue il documento, “nel cui ambito ha concepito e realizzato l’idea di un giornale digitale che punta a essere la voce italiana nel mondo e a informare gli italiani sui grandi fatti internazionali”.

» CONTINUA A LEGGERE

(Visited 151 times, 1 visits today)
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram