VENEZUELA | ‘Venezuela paradiso perduto’: il reportage di Anna Mazzone e Fabrizio Silani premiato alla Feria de la Chinita

La giornalista RAI, Anna Mazzone, presenta il Dossier “Venezuela paradiso perduto”: come può un sogno trasformarsi in un incubo e come fa un Paradiso a diventare Inferno?

Andato in onda sulle reti RAI il dossier sul #Venezuela, realizzato con Fabrizio Silani, ha ricevuto a Roma un riconoscimento in occasione della 7^ edizione Feria de la Chinita “Mil mil gratias y questo viva Venezuela” per la diffusione e realizzazione del reportage giornalistico.

Ha consegnato le targhe agli autori la Sig.ra Chiara Deliso che da anni si batte per i “nostri” connazionali in Venezuela ed il suo popolo. Sarà una delle candidate nelle prossime comunali a Bari.

Per informazioni ricordiamo che il Venezuela ha 30 milioni di abitanti e 24 milioni di poveri. Una grande comunità di emigranti pugliesi è presente, tra cui numerosi sono di Molfetta. E’ uno dei principali produttori di petrolio del mondo, ma due milioni di persone cercano il cibo tra i rifiuti. Le elezioni hanno da poco riportato Maduro alla testa del Governo di Caracas, anche se il sessanta per cento degli elettori non sono andati a votare. Con lo stipendio medio si compra un chilo di riso. Gli ospedali sono allo stremo, sporchi, a corto di medicine e moltissimi medici e infermieri hanno preferito emigrare. Emigrano anche i Venezuelani, quelli che possono si mettono in coda davanti ai posti di frontiera con la Colombia nella speranza di trovare fortuna altrove.

Il dossier vuole richiamare l’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica nazionale sulla crisi umanitaria che assilla da anni la popolazione venezuelana e che colpisce drammaticamente parte rilevante dei poco meno di 2 milioni di oriundi italiani residenti in Venezuela.

E’ vero che i cittadini con passaporto italiano sono 142 mila ma è indubbio che la grave emergenza umanitaria spinge tantissimi oriundi a riversarsi nelle sedi consolari per cercare di acquisire la cittadinanza italiana in quanto figli o nipoti di nostri emigranti.

“Stiamo organizzandoci per un evento da svolgere in Puglia, – queste le parole di Klara – perchè sono davvero tantissimi i pugliesi che si trovano in Venezuela e hanno bisogno del nostro aiuto, non possiamo abbandonarli.”

» CLICCA QUI PER IL DOCUMENTARIO

Fonte: I love Molfetta

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*