ITALIA | Mercoledì 22 maggio alla libreria Ubik di Roma Tiburtina la presentazione di ‘Generazione senza padri’ di Gaja Pellegrini-Bettoli

Mercoledì 22 maggio alle ore 18.00 presso la libreria Ubik di via Tiburtina 423/427 a Roma, si terrà la presentazione del saggio: “Generazione senza padri. Crescere in guerra in Medio Oriente ” di Gaja Pellegrini-Bettoli (Gaja Bett) – Castelvecchi editore.

A dialogare con l’autrice, che sarà presente, ci sarà la giornalista Sara Lucaroni.

» L’EVENTO SU FACEBOOK

 

GENERAZIONE SENZA PADRI – Gaja Pellegrini-Bettoli

📖 Il libro, nato dall’esperienza di vita quotidiana dell’Autrice in Medio Oriente, ne racconta gli scenari dietro le quinte, sfatando diffusi luoghi comuni e ricordando che il rischio di una narrativa troppo semplificata distorce e ostacola la comprensione della storia e dei popoli. Dal primo reportage sulle tracce del rapimento della cooperante italiana, Rossella Urru, in Algeria nel 2012, alla vita a Gaza, nel Territorio Palestinese Occupato, e in Israele, fino allo scoppio della guerra nell’estate del 2014, la narrazione prosegue poi in Libano, con interviste politiche ai vertici di Hezbollah, ministri in Iraq e sul fronte, a Mosul, durante l’offensiva contro lo Stato Islamico, con gli jihadisti e le loro vittime. Un testo ricco di aneddoti che mette in risalto le contraddizioni della vita in Medio Oriente, di cui si legge poco in Occidente, e le sfumature della complicata quotidianità della vita in questi Paesi, a volte con risvolti paradossali e comici.

Gaja PELLEGRINI-BETTOLI. Forum for Cities in Transition, Stolat, Bulgaria.

✒ L’autrice: Giornalista laureata in Scienze Politiche e con un Master in Storia Economica conseguito alla London School of Economics, dal 2013 vive in Medio Oriente. In italiano pubblica per «Limes» e per il «Corriere della Sera». Si è occupata di reportage sul fronte a Mosul in Iraq e di interviste politiche in Libano, Israele, Iraq, Algeria e nel Territorio Palestinese Occupato. Ha partecipato come ospite analista da Beirut al TGCom24. Pubblica in inglese con numerose testate e think-tank. Ha lavorato per le Nazioni Unite a Gaza come addetto stampa e presso il Parlamento Europeo e la Commissione a Bruxelles.

(Visited 17 times, 1 visits today)